Alun Gibbard sotto i riflettori di Mondovale

Il 10 agosto scorso il giornalista e scrittore gallese Alun Gibbard, autore del libro “Into the wind: the life of Carwyn James”, ha incontrato Mondovale e Angelo Morello in una breve ma intensa visita a Rovigo. Gibbart tornerà in Italia e a Rovigo in autunno per presentare il suo libro, uscito nel giugno 2017 in due edizioni, gaelico e inglese, con ottimi riscontri e recensioni.

“Il libro non ha la pretesa di dire la verità su Carwyn James” ha detto Alun Gibbard “Carwyn è stato un personaggio pubblico e come tale, in molti credono di sapere chi sia stato”. “Nel progetto ho cercato di separare la percezione pubblica dalla realtà e ciò che è mito da ciò che è vero”. “Carwyn era una persona riservata – ha detto Gibbard – e non è stato facile cercare di conoscere qualcuno che non desiderava condividere i propri sentimenti con altri”

gibbart3

                   Alun Gibbard, giornalista e scrittore gallese (al centro), con Angelo Morello a sinistra e Alberto Guerrini a destra in piazza Garibaldi a Rovigo

 

Riportiamo il link di una recensione del giornalista e scrittore Elvis Lucchese:

http://venetoblog.corrieredelveneto.corriere.it/2017/08/25/carwyn-e-rovigo-un-amore-corrisposto/

 

Carwyn James, nato a Cefneithin, Galles il 2 novembre 1929, è considerato uno dei più grandi allenatori di rugby della storia. In particolare i suoi successi sulla nazionale neozelandese, i mitici All Blacks, prima con la insuperata tournèe dei British Lions nel 1971, poi con il clamoroso successo del suo club, il Llanelly (oggi Scarlets in Pro14) nel 1972, infine come selezionatore dei Barbarians nel 1973 lo hanno reso celebre e stimato al punto da essere soprannominato proprio dai suoi celeberrimi avversari quale <Principe degli allenatori>. Proprio per sfuggire alla celebrità raggiunta in patria e nel mondo anglosassone, Carwyn James trovò rifugio a Rovigo nell’autunno del 1977, guidando i “Bersaglieri” a due stagioni sportive indimenticabili culminate con la vittoria dello scudetto nel 1979. Carwyn James è morto improvvisamente ad Amsterdam il 10 gennaio 1983

carwyn-james-in-accademia-dei-concordi-rovigo

                                          Carwyn James davanti alla Madonna con il Bambino del Bellini in Accademia dei Concordi a Rovigo nella foto di Paolo Gioli

 

Grazie all’interessamento di Angelo Morello, del nipote di Carwyn, Llyr James, e di vari collaboratori sparsi in Italia, da oltre dieci anni va in scena a Pieve di Cento, in provincia di Bologna, e in varie altre località italiane un torneo internazionale giovanile molto importante, chiamato “Carwyn James Easter Trophy


gibbart2

                                  Da sinistra: Alberto Gambato e Alberto Guerrini di Mondovale, Angelo Morello, Alun Gibbard (di spalle)

 

Appuntamento dunque ai primi giorni di novembre quando Rovigo accenderà nuovamente i riflettori sulla figura di Carwyn James con la presentazione del libro di Alun Gibbard e con altri eventi

Leave a Reply

*

captcha *